Carattere del gatto norvegese

 

Un gatto molto facile da allevare adatto anche per i bambini, bastano tante coccole ed un buon tiragraffi.

 

carattere forte ma dolce

Un componente della famiglia

Non fatevi ingannare dal loro aspetto un po’ selvaggio e dalla taglia grande, il carattere del gatto norvegese delle foreste è a dir poco eccezionale. Sono dei felini intelligenti e amorevoli, attaccati alla famiglia, ai bambini e neonati ed anche ad altri animali, pure se questi fossero cavie o furetti.

Amano la loro casa, poltrire sul divano e soprattutto ricevere baci e tante coccole. Vogliono essere amati ed in cambio dare tanto amore ed affetto strusciandosi qua e là addosso ai loro umani. Questi gatti si adattano molto bene in appartamento, ma se avete un giardino in cui possono correre e saltare in tutta sicurezza, ed un albero dove farsi le unghie e da poter scalare come loro adorano, tanto meglio.

Vivere con un gatto norvegese delle foreste è molto facile ma “impegnativo”, nel senso che lui diventa un componente attivo della vita famigliare e la sua presenza comporta un cambiamento nei ritmi quotidiani proprio come un bambino; è chiamato anche “il gatto-cane” in quanto può imparare a riportare palline o piccoli oggetti.

Abituatelo ad essere spazzolato con delicatezza una volta  alla settimana, il vostro gatto sarà così a suo agio quando dovrete spazzolarlo più spesso durante i cambi di stagione per la muta del pelo; eviterete anche che ne ingerisca troppo nel pulirsi. Stessa cosa per la pulizia delle orecchie: fin dalla quarta settimana di vita potete giocherellare con i cuccioli pulendo loro il padiglione auricolare con un cotton fioc; questa diventerà un’abitudine quando saranno adulti.

Il gatto norvegese cresce velocemente nel fisico durante il primo anno di vita, mentre per arrivare ad una piena maturazione fisica e psicologica completa dobbiamo attendere quattro anni.

 

 

caratteristiche del gatto norvegese

I COLORI

Il manto semilungo del gatto norvegese delle foreste si divide in 4 tipologie di colore:

SOLIDI NON AGOUTI (ovvero non diluiti)

il gatto solido non presenta alcuna tigratura. I colori possono essere BLU, BIANCO – in genere questi soggetti possono presentare problemi di sordità – NERO, ROSSO.

DILUITI

Sono gatti che portano il gene della diluizione e sono SILVER – SMOKE – CREAM

Per esempio potremmo avere BLACK SMOKE – silver con preponderanza di nero – BLACK SILVER, BLUE SILVER,  RED SILVER

TORTIE

sono gatti tricolori e per il 99,9% femmine, mentre i maschi tricolori sono sterili; se non si vogliono avere gravidanze, mettere assieme un maschio tortie con una femmina placa il calore della gatta.

Tenendo presente che nei tortie il nero ed il rosso ci sono sempre, potremmo avere quindi BLACK TORTIE – con o senza bianco – TORTIE SILVER – con nero e rosso diluito con o senza bianco – BLU TORTIE – con blu e rosso con o senza bianco

TABBY

è il gatto con tigrature e ne abbiamo di 4 tipi: TABBY CLASSICO (bloched) – presenta 2 cerchi sui fianchi e può definirsi “marmorizzato” – MACKEREL – il gatto tigrato più comune, presenta delle strisce più scure non interrotte lungo il corpo che assomigliano alla lisca di un pesce – SPOTTED – con puntini grandi o piccoli su tutto il corpo- TICKED – più raro, presenta delle piccole macchioline su tutto il corpo