Quando sono andata per la prima volta a conoscere Ornella per vedere i suoi Gatti Norvegesi delle Foreste ho avuto subito la sensazione di trovarmi in una casa, non in un allevamento, seppure, come dice lei, sia un “piccolo allevamento”.

Ornella vive in simbiosi con i suoi attuali 10 gatti; i 2 maschi, Tetsuo e Pushak, le 5 femmine, Susan Parrish, Natalija Makarova, Diva, Borgunna e Flosshilde, le 3 neutre, Kairy, Firestarter Fiona e Casablanca. I suoi gatti norvegesi durante il giorno sono sempre con lei, sdraiati sul divano, sui cuscini o sulle sue gambe; da lei si fanno fare le coccole e dare i baci, con lei i più giovani si divertono a giocare. Una famiglia allargata di pelosi in cui l’amore si sente nell’aria e nella quale Ornella è mamma oltre che allevatrice. Il tardo pomeriggio i gatti la seguono in fila indiana in giardino per mangiare la pappa e dove poi si ritireranno nei loro “alloggi”, chiaramente ben chiusi, per il riposo. Oltretutto, mi ricorda lei, per farsi quella bella e lunga pelliccia i gatti hanno bisogno di stare anche all’aperto e al freddo!

 

Essendo per lei una passione innata più che un lavoro che svolge da circa 10 anni, in questo piccolo allevamento non ci sono troppe cucciolate; innanzitutto Ornella tiene molto alla salute delle sue gatte, così pure al loro benessere psicologico. Le potenziali mamme devono infatti essere pronte ad allattare e accudire i propri cuccioli in tutta serenità e senza alcun tipo di stress. In questo modo i piccoli potranno godere di tutte le cure della loro mamma, della compagnia e i giochi dei fratellini e crescere nel miglior modo in tranquillità.

La nostra allevatrice è una grande sostenitrice della razza pura del gatto norvegese, del gatto che ha mantenuto naturalmente i suoi geni e non ha subito incroci con altri gatti o manipolazioni dall’uomo. Per questo Ornella è molto attenta e studia per bene il pedigree dei gatti prima di accoglierli in casa per farli accoppiare.

 

Per tutti questi motivi ogni cucciolata dei gatti vikinghi di Ornella è molto attesa da tanti appassionati di gatti norvegesi. La loro mamma umana si preoccupa affinché ognuno dei suoi piccoli vada in famiglie dove saranno amati e coccolati almeno tanto quanto lo farebbe lei.